Parlare di rabbia non è facile, senz’altro è un’emozione che genera negli adulti ansia e preoccupazione. Un’emozione particolarmente scomoda, dura da governare e gestire ma che gioca un ruolo primario nello sviluppo emotivo e relazionale dei bambini e delle bambine.

Rabbia che spaventa anche loro i più piccoli, molto spesso terrorizzati da quel senso di malessere che li assale e che vivono come si potrebbe vivere degli zombie.

Tutte le volte che siamo di fronte ad un bimbo molto arrabbiato, dobbiamo considerare che in questa fase/momento l’empatia è qualcosa di lontano.

Mi è capitato, come padre e come psicoterapeuta, di sentire raccontare (e sperimentare con mano) la sensazione di impotenza che alcune “sfuriate” dei nostri figli generano.

La sensazione di confusione e disorientamento è notevole. Si sperimenta l’idea che in quel momento né un estremo (dolcezza) né l’altro (pugno duro) possano riuscire a contenere la rabbia e ripristinare la calma nei nostri bambini e nelle nostre bambine.

Che fare quindi?

Ignorarli?

Accontentarli?

Sgridarli?

Il dubbio amletico pervade ogni genitore almeno una volta nella vita (scherzo… molte e molte più volte 😉).

Ma allora cosa fare?

Vediamo qualche strategia per gestire la rabbia e darle un senso!

  1. Non gridare, non perdere la calma

Il modello adulto sarà l’esempio che i bambini seguiranno, di fronte alla rabbia di un figlio rispondere con urla perdendo la pazienza sicuramente non favorirà l’interruzione del circolo vizioso, anzi alimenterà la situazione.

2. Mettetiti nei suoi panni

Prova a capire perché è arrabbiato, cercando di individuare insieme il motivo e cercando la strada più facile per farglielo comprendere.

3. Mettetevi al suo livello

Non solo quando il tuo bimbo è arrabbiato, ma sempre, dovresti cercare di parlare con lui mettendoti al suo livello (non guardarlo dall’alto in basso!!).

4. Motivate le ragioni, spiegate il perchè

Dando sempre la motivazione di una regola favorirai la sua accettazione.

Quali altre strategie ti vengono in mente?

Se ti va scrivilo nei commenti o sulle nostre pagine social!

Se vuoi approfondire la nostra conoscenza o comprendere insieme quali strategie per migliorare la gestione della rabbia, chiamaci.

Ricordati che il lavoro di équipe del nostro centro ti permette di contare su professionisti differenti, come logopedisti, psicologi, neuropsichiatri e altre figure specialistiche che ritaglieranno un percorso su misura per tuo figlio; non esiste infatti  un abito che vesta uguale per tutti, ma bisogna personalizzarlo. 

Contattaci per un primo colloquio gratuito e senza impegno!

Ti aspettiamo a Monterotondo (RM) in Via San Martino, 21.

Telefono 0687602258

Email info@centroapis.it

dott. Federico Piccirilli

Psicologo, Psicoterapeuta

Direttore del Centro APIS – Servizi di Riabilitazione dell’età Evolutiva Monterotondo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *