Apis nasce dal desiderio di portare
il nostro contributo nei percorsi di riabilitazione
per l’età evolutiva: dalla prima infanzia all’adolescenza

"One size does not fit all"

Presupposto fondante del Servizio è la convinzione che qualsiasi intervento riabilitativo non possa essere disgiunto dal “Progetto di Vita”. Questo infatti va inteso come un concetto di ampio respiro, una dimensione che si sviluppa in uno spazio-tempo che accompagna la persona lungo tutto il suo divenire: dal bambino, dalla bambina all’uomo, alla donna. Si tratta dunque di promuovere quanto più precocemente possibile la capacità di agire, interagire e comunicare nell’ottica di una reale autonomia del bambino, vissuta nei suoi ambienti di vita: in famiglia, a scuola, nel tempo libero. E’ opinione largamente condivisa da tutti gli “addetti” ai lavori e non solo, che la riabilitazione, per essere efficace, debba tener conto dell’ ambiente di vita di una persona; ambiente umano e non-umano ovvero spazio, oggetti, luoghi, persone. In altre parole è necessario considerare il bambino nella sua globalità: lui non è solo il suo “problema”. Bisogna tener conto del bisogno di sentirsi competenti, del piacere di giocare, di comunicare e di scegliere… Perché un buon sostegno alla crescita si ottiene solo lavorando in modo integrato su capacità motorie, cognitive, affettive, sociali e sull’ambiente.

Il Progetto di Vita così come vorremmo realizzarlo con APIS si articola mediante tre linee operative: il progetto riabilitativo, la pratica professionale basata su evidenze scientifiche, la metodologia della Cooperativa.

è lo strumento che consente la presa in carico globale del bambino/a adolescente; descrive il profilo della persona, individua bisogni e finalità, definisce le abilità/attività da sviluppare nelle diverse aree, modulate in relazione alla fascia di età e tenendo conto anche di aspetti psicologici, sociali, ambientali. Centrale nella definizione del progetto riabilitativo è il lavoro d’ equipe ed il lavoro di rete. L’equipe è il punto di forza di un percorso riabilitativo: luogo di elaborazione di risposte e soluzioni, di scambio-riflessione/formazione, (un’azione riabilitativa ha assoluto bisogno di un pensiero e di un pensiero condiviso!!!), di valutazione integrata e complessiva di un percorso fatto o da fare.

Inteso come porre il bambino e la bambina al centro della comunità in cui vive, attraverso il lavoro con la famiglia, la scuola, i servizi alla persona, le associazioni sportive, di volontariato, di tempo libero, ecc.

Ogni operatore dovrà tenere conto delle evidenze scientifiche, delle linee guida sanitarie predisposte per molti tipologie di difficoltà e condizioni. Qualsiasi intervento è definito sulla base di una valutazione specifica e articolato con obiettivi che tengano conto dei margini di modificabilità di ciascuna funzione in relazione all’età, alle risorse possedute dal bambino, alla sua motivazione ed alla sua capacità di apprendimento, alle caratteristiche ed alle richieste dell’ambiente di vita.

Sono previsti interventi specifici, rivolti a bambini con disturbi del neurosviluppo, per facilitare, promuovere e sostenere: lo sviluppo psicomotorio, la comunicazione, l’apprendimento, la partecipazione nella vita quotidiana (a scuola, a casa, nelle situazioni ludiche, nelle attività del tempo libero) per una efficace padronanza dei compiti della vita . Avremo, quando necessario la possibilità di individuare ortesi, ausili e tecnologie assistive (postura, mobilità, comunicazione, ecc.)

Non può mancare naturalmente il sostegno psicologico alla famiglia, (parent training, psicoterapia); inoltre il servizio offre anche interventi a domicilio e outdoor (week end/soggiorni riabilitativi). Questo sarà possibile grazie al medico neuropsichiatra, al terapista del linguaggio, al terapista occupazionale, al terapista della neuropsicomotricità, allo psicologo, all’educatore… solo per elencare le figure professionali più coinvolte!

Resa solida da un’esperienza trentennale, mette al centro la persona “valorizzandola nella sua unicità, nel rispetto della sua volontà e dei suoi interessi, aiutandola a costruire un percorso che porti al benessere e alla crescita personale, sociale e professionale…” come dice la Mission, e sa promuovere “una cultura delle relazioni che sensibilizzi e stimoli il contesto territoriale” in una logica di inclusione.

Accoglienza
0%
Eguaglianza e imparzialità
0%
Regolarità e continuità
0%
Partecipazione della persona
0%
Efficienza ed efficacia
0%
Trasparenza e Privacy
0%

Proponiamo interventi di:

Mission

Interventi sartoriali” per ogni persona, non “prestazione” ma “Progetto” ovvero un intervento globale, articolato e sistemico che presuppone la presa in carico della persona, il coinvolgimento della famiglia e l’interazione con le strutture territoriali (Scuola e Servizi Socio Sanitari) con l’obiettivo di aumentare l’efficacia delle strategie riabilitative.

Vision

Il Centro Apis opera nel settore socio – sanitario per la prevenzione e la riabilitazione. Si rivolge a persone in età evolutiva con compromissione dello sviluppo fisico, psichico e sensoriale con lo scopo di offrire adeguati programmi di intervento riabilitativo con l’obiettivo di recuperare e migliorare le capacità cognitive, emotive, relazionali, comportamentali e sociali. Il Centro Apis è impegnato ogni giorno a offrire la migliore qualità della proposta a tutte le persone che vi rivolgono e il relativo supporto alle famiglie e alle Istituzioni Scolastiche che accolgono i minori.